Bonus da 1.500 euro per tutti, attenzione la domanda scade a breve, fai presto

Scade fra pochi giorni la possibilità di presentare domanda per un bonus da 1.500: ecco come richiederlo e dove.

Ancora pochi giorni, dopodiché sarà impossibile richiedere il bonus. Si tratta di un aiuto, sulla carta, utile a livello trasversale e che potrebbe dunque interessare larga parte della popolazione italiana. Bisogna sbrigarsi perché il bonus in questione, utile per ottenere fino a 1.500 euro, scade a breve: le domande possono essere inoltrate fino al 31 maggio 2024. Ma che di che si tratta?

Il bonus da richiedere subito: fino a 1.500 euro
Il bonus da 1.500: le domande devono essere fatte entro questa data (Foto: D&DPowerWeb) – salbea.it

La misura in questione è il bonus psicologo, un aiuto sotto forma di rimborso totale e parziale dei costi sostenuti per i servizi specialistici di psicoterapeuti, psicologi e comportamentalisti. Il primo nodo da sciogliere capire dove e come fare la domanda.

In tanti, interessati all’aiuto, non sanno infatti come procedere. Il bonus, disponibile in tutte le Regioni italiane, incluse le Province Autonome di Trento e Bolzano, deve essere richiesto dagli interessati per recuperare parte delle spese sostenute presso specialisti privati, a patto che i dottori siano regolarmente iscritti negli albi degli psicoterapeuti e degli psicologi.

Bonus psicologo da 1.500 euro: fra pochi giorni scade il tempo utile per presentare la domanda

Il beneficio è disponibile già partire dal 2023, ed è riconosciuto una sola volta per ciascuna annualità. L’importo massimo, come anticipato, è di 1.500. C’è stato dunque un innalzamento della cifra, dato che il bonus a persona era sensibilmente più ridotto. Per quanto riguarda i requisiti, bisogna essere residenti in Italia e presentare un ISEE conforme non superiore a 50.000 euro. Bisogna, poi, presentare la richiesta nel periodo utile che si riduce a pochi giorni. Le domande vanno, infatti, inoltrate dal 18 marzo al 31 maggio 2024.

Bonus psicologo 2024: scadenza per le richieste
Aiuti per pagare le sedute dalla psicologo (Foto: Pixabay) – salbea.it

Il canale da sfruttare è il servizio online dell’INPS. In alternativa ci si può rivolgere al Contact Center. Per gli anni successivi, ovviamente, la finestra temporale potrebbe cambiare. Quindi per la presentazione delle domande sarà necessario attendere le future comunicazioni da parte dell’INPS.

Ma vediamo, passo dopo passo, come fare domanda per il bonus per le sedute di psicoterapia che può arrivare fino a 1.500 euro. In una singola famiglia, nulla vieta che ogni componente possa avere necessità di cure psicologiche o di supporto presso un analista. In questo senso non ci sono limiti sul numero di individui nel nucleo familiare che possono fare domanda.

L’aiuto rimborsa il costo delle sedute, valutando un sostegno da 50 euro ad appuntamento. Può essere richiesto sia per le proprie sedute di psicoterapia sia per quelle di un altro individuo, per esempio il genitore. Per la richiesta è necessario possedere le credenziali SPID, CIE o CNS. Si parte dalla sezione “Sostegni, Sussidi e Indennità” e da lì si va nel menù “Per malattia”. Qui si trova la voce “Bonus psicologo – Contributo per sostenere le spese relative a sessioni di psicoterapia”. Per concludere la domanda basta cliccare su “Utilizza il servizio”.

Impostazioni privacy