Senza burro, latte e uova, il plumcake vegano di Benedetta Rossi è la rivelazione di questa estate

Il plumcake vegano di Benedetta Rossi si prepara senza burro, latte e uova, una ricetta davvero strepitosa.

Il mondo della pasticceria sta vivendo una vera e propria rivoluzione grazie alla crescente attenzione verso le diete vegane.

Plumcake molto leggero
Il plumcake vegano di Benedetta Rossi (Salbea.it)

Tra le ricette che stanno conquistando il palato di molti, spicca il plumcake vegano, un dolce semplice, leggero e del tutto privo di ingredienti di origine animale. Benedetta Rossi ci propone la sua versione all’arancia, dimostrando come sia possibile ottenere un risultato goloso senza rinunciare ai principi della cucina vegana.

Preparazione: semplicità e gusto

La preparazione del plumcake vegano proposto da Benedetta Rossi è sorprendentemente semplice e richiede meno di un’ora. L’impasto si basa su pochi ingredienti fondamentali: zucchero, olio di semi, latte vegetale (che sostituisce il latte vaccino), scorza e succo d’arancia per aromatizzare. A questi si aggiungono farina, lievito per dolci e cannella in polvere per dare ulteriore profondità al gusto. Dopo aver ottenuto un composto omogeneo e privo di grumi, l’impasto viene versato in uno stampo da plumcake precedentemente unto con margarina e infarinato.

Un plumcake molto versatile
Plumcake versatile (Salbea.it)

Una volta preparato l’impasto seguendo i consigli di Benedetta Rossi, il nostro plumcake è pronto per essere cotto in forno a 180°C per circa 45 minuti. Un piccolo trucco suggerito dalla stessa Rossiprevede la distribuzione sulla superficie dell’impasto di granella di zucchero prima della cottura; questo passaggio non solo decora il dolce ma contribuisce anche a creare una crosticina croccante che contrasta piacevolmente con la morbidezza interna del cake.

Il bello del plumcake vegano sta nella sua incredibile versatilità. Può essere servito a colazione accompagnato da caffè o cappuccino vegetale, oppure può diventare protagonista dell’ora del tè o dello spuntino pomeridiano insieme a una fresca spremuta d’arancia. Non mancano poi le occasioni più formali: se abbiamo ospiti vegan a cena può trasformarsi in un elegante dessert se arricchito con decorazioni scenografiche realizzate con frutta secca o fresca.

Consigli personalizzabili

Benedetta Rossi ci ricorda che esistono infinite varianti possibili per personalizzare ulteriormente questo dolce secondo i nostri gusti personali o quelli dei nostri ospiti. Aggiungere pezzetti di cioccolato fondente senza latte all’impasto base può trasformarlo in un irresistibile plumcake al cioccolato; alternativamente possiamo optare per gocce di cioccolato fondente vegan oppure arricchirlo con pezzetti della nostra frutta fresca o secca preferita.

Questo squisito dolce mantiene tutte le sue qualità organolettiche anche nei giorni successivi alla preparazione; basta conservarlo avvolto nella pellicola alimentare o dentro un contenitore ermetico. Se desideriamo gustarlo caldo come appena fatto, basterà riscaldare brevemente le singole fette nel microonde prima del consumo.

Impostazioni privacy