Tagliere in legno rovinato, non buttarlo: così puoi farlo tornare come nuovo

Se il tagliere di legno si rovina, non conviene affatto gettarlo, ma c’è un modo per farlo tornare splendente. 

Tutti in casa, più o meno, abbiamo e usiamo un tagliere di legno, che è uno strumento davvero utile in ogni cucina. Esso, infatti, serve per tagliare le verdure o altri alimenti che andremo a preparare. È anche possibile affettare i salumi, e, dunque, le sue funzioni possono essere svariate.

Tagliere di legno, come farlo tornare come nuovo
Tagliere di legno, così torna come nuovo-salbea.it

Questo strumento, oltre a essere di grandissima comodità, è utilizzato soprattutto per non creare danni al tavolo. Su di esso, infatti, usiamo spesso il coltello e con il tempo, questo può creare dei segni e anche rovinarlo.

Ciò può accadere, ma, in realtà, se lo si conserva con una certa cura, un tagliere può essere usato senza problemi anche per anni. C’è tuttavia, un trucco che sembrerebbe essere molto efficace per farlo tornare come nuovo. Scopriamo insieme, quindi, il metodo migliore per rimetterlo in sesto, procurando tutto l’occorrente.

Tagliere di legno, occorrente e metodo per rimetterlo a nuovo: il procedimento

Prima di procedere con il riassesto del proprio tagliere di legno, bisognerà procurarsi della carta vetrata, candeggina, olio minerale, raschietta di ferro. Dopodiché, si potrà cominciare l’operazione. Il tagliere deve essere posto su piano da lavoro, con un rivestimento fatto di fogli di giornale, per non farlo sporcare mentre si lima il legno. Prendete un raschietto con inclinazione a 60 gradi, usatelo sull’area in cui lo strumento si è rovinato, nella parte di venatura del legno.

Tagliere di legno, se è rovinato puoi rinnovarlo così
Tagliere di legno, il trucco per farlo tornare come nuovo-salbea.it

Dopodiché, prendete della carta vetrata con grana sottile e raschiate l’area rovinata. Se bagnate la carta vetrata con l’acqua ragia, il legno si lubrificherà. Nel caso in cui il legno presenti parte bruciata evidente alla vista, basterà prendere un batuffolo di cotone e mettervi della candeggina. Con esso, tamburellate la parte rovinata, finché la macchia non va via. Dopodiché, importante, lavate molto bene con acqua e detersivo. Scartavetrate, finché il vostro tagliere sarà pulitissimo e come nuovo.

Potete anche optare per il riempire i buchi del vostro tagliere se sarà necessario. Possono, infatti, formarsi i suddetti buchi per via di incisioni dovute ai tagli e, in questo caso, dovrete procurarvi dello stucco apposito. La cosa importante è che sia dello stesso colore del legno del tagliere che usate. Usare una finitura non sia tossica e stendetela sul legno, associata a olio minerale che avrete già riscaldato. Una volta usati stucco e olio per riempire le incisioni, lasciate che il tagliere si asciughi e poi scartavetrate. Infine, lavate, il tagliere e dopo l’asciugatura: potrete tornare a usarlo.

Impostazioni privacy