Se hai questi animali domestici hai diritto a dei soldi: ecco quanto e quali

Hai uno, o più, di questi animali domestici in casa? Forse non sai che hai diritto a dei soldi: ecco a quanto ammontano e come richiederli. 

Le tasse sono una realtà inevitabile nella vita di tutti noi, ma fortunatamente esistono modi per alleggerire questo onere, soprattutto quando si tratta di prendersi cura dei nostri amici a quattro zampe.

Animali domestici, hai diritto a dei soldi, come fare
Se hai questi animali domestici e hai sostenuto delle spese ha diritto a questi soldi – Salbea.it / Credits: Canva.it

Se sei proprietario di un animale domestico, potresti essere interessato a sapere che le spese veterinarie possono essere detraibili dalle tue tasse. In questo articolo, ti guideremo attraverso il processo per assicurarti di approfittare al massimo di questa opportunità.

Se hai animali domestici hai diritto a dei soldi: come fare

Il sistema fiscale italiano consente ai contribuenti di detrarre dalla base imponibile Irpef alcune tipologie di spese sostenute durante l’anno precedente. Tra queste rientrano anche le “spese sanitarie”, categoria che comprende le cure mediche destinate agli animali domestici presso strutture veterinarie autorizzate. Questa possibilità è un grande vantaggio per chi possiede animali e si preoccupa della loro salute. Per poter usufruire della detrazione fiscale delle spese veterinarie è necessario soddisfare alcuni requisiti:

  • Essere in regola con il pagamento del canone RAI.
  • Avere effettuato i pagamenti delle prestazioni veterinarie tramite bonifico bancario o postale, o carta di credito/debito (non sono ammessi pagamenti in contanti).

La percentuale massima detraibile varia a seconda dell’animale:

  • Cani e gatti: fino al 19% dell’importo totale delle spese.
  • Altri animali da compagnia (es. conigli, furetti): fino al 50% dell’importo.
  • Cavalli ed asini: fino al 19% dell’importo.

È fondamentale conservare la documentazione fiscale rilasciata dalla struttura veterinaria e inserire i dati nel modello Redditi/730 web entro il termine ultimo per la presentazione della dichiarazione dei redditi. Per beneficiare della detrazione è indispensabile avere:

  • Ricevuta del pagamento effettuato tramite metodi accettati.
  • Documentazione fornita dalle strutture veterinarie con specificati i costi unitari delle prestazioni erogate.
Animali domestici, perché hai diritto a dei soldi e come richiederli
Come richiedere dei soldi se hai animali domestici – Salbea.it / Credits: Canva.it

Vaccinazioni ed interventi chirurgici su canidi e felini possono godere della detrazione solo se eseguiti presso strutture autorizzate alla sterilizzazione degli animali randagi, oppure se riguardano canidi appartenenti ad associazioni cinofile nazionalmente riconosciute o canili pubblici convenzionati con gli enti locali, regionali e/o provinciali. Rientrano nella categoria anche gli enti statali operanti nel settore sanitario. Tra le cure agevolabili troviamo visite specialistiche, analisi cliniche, radiografie, ecografie ed altri esami specificati nella normativa vigente.

Al contrario, non tutte le prestazioni godono dello stesso trattamento fiscale. Ad esempio medicinali e farmaci prescritti dal veterinario da somministrare a casa dopo la visita ambulatoriale non rientrano tra quelle agevolabili secondo la normativa attuale. Prendersi cura degli animali domestici può avere anche un risvolto positivo sulle proprie finanze grazie alle possibilità offerte dalla legge italiana in terminologia fiscale. Assicurarsi di seguire attentamente queste istruzioni può significare risparmi significativi sulla dichiarazione dei redditi annuale grazie alle spese sostenute per il benessere dei nostri fedeli compagni.

Impostazioni privacy