Succo d’arancia, non commettere mai questo errore quando la prepari: ti farà stare male

Tutti amano il succo d’arancia eppure davvero in pochi conoscono il vero metodo di preparazione: c’è un errore che fa male alla salute. 

L’Italia, con la sua ricca tradizione culinaria, non è solo la patria della pasta, della pizza e di una vasta gamma di salumi e formaggi amati in tutto il mondo. Anche le bevande giocano un ruolo fondamentale nel patrimonio gastronomico italiano.

Succo d'arancia non commettere questo errore
Non preparare il succo d’arancia così: fa male alla salute – Salbea.it / Credits: Canva.it

Tra caffè, vini pregiati e birre artigianali, emerge una tradizione particolarmente cara agli italiani: quella di bere latte o succo d’arancia a colazione. Quest’abitudine non è soltanto un gesto quotidiano ma rappresenta un vero e proprio rituale mattutino che apporta benefici immediati grazie alle proprietà nutritive del latte e dello zucchero.

Succo d’arancia: questo errore nella preparazione fa male alla salute

Le arance, come tutti gli agrumi, sono una fonte preziosa di vitamina C, sostanza essenziale per rafforzare le difese immunitarie dell’organismo, contrastare l’invecchiamento cellulare e migliorare l’assorbimento del ferro. Oltre alla vitamina C, gli agrumi sono ricchi di potassio ed hanno proprietà antiossidanti che aiutano a combattere il colesterolo alto ed ipertensione. Non da ultimo sono rimedi efficaci contro raffreddore o tosse grazie alla loro capacità di fluidificare le secrezioni bronchiali.

Il succo d’arancia può essere consumato in vari momenti della giornata: al mattino a digiuno per una carica immediata di energia; accompagnato da una fetta biscottata o un cornetto durante la colazione; oppure come alternativa salutare alle bibite gassate durante i pasti principali. Tuttavia, è importante moderarne il consumo a non più di due bicchieri al giorno (circa 200 ml) per evitare l’aumento dei livelli glicemici nel sangue dovuto al fruttosio presente nella frutta.

Per godere appieno dei benefici del succo d’arancio è fondamentale fare attenzione ad alcuni dettagli: preferire sempre il succo appena spremuto rispetto a quello pastorizzato venduto nei supermercati permette di evitare conservanti chimici ed assicura un sapore più autentico e fresco. È consigliabile consumarlo subito dopo averlo preparato senza aggiungere zucchero aggiuntivo visto che ne contiene già naturalmente in quantità sufficiente.

Come preparare il succo d'arancia senza errori
Succo d’arancia, non commettere questo errore quando lo prepari – Salbea.it / Credits: Canva.it

Un altro errore comune da evitare assolutamente è quello di berlo a stomaco vuoto soprattutto se si tratta della prima cosa mangia al mattino; questo perché potrebbe causare bruciore allo stomaco o acidità gastrica dovuta all’eccessiva acidità dell’agrume soprattutto se si soffre già da tempo di gastrite oppure ulcera peptica. Seguendo questi semplici accorgimenti sarà possibile sfruttare al meglio i numerosi benefici offerti dal gustoso succo d’arancio senza incorrere in spiacevoli effetti collaterali.

Impostazioni privacy